Seleziona una pagina

Camere di commercio, unite a malincuore

PISTOIA «La Regione Toscana ci ha fatto sapere che, a breve, notificherà alle associazioni di categoria la richiesta dei nominativi per il nuovo consiglio unico, che dovrebbe essere composto da 28 membri». E le associazioni di Pistoia e Prato procederanno come da copione per dare vita alla nuova Camera di commercio unica. Storicamente i due territori non si sono mai amati e, dopo una prima accoglienza favorevole agli annunci del Governo Renzi, adesso si guarda al futuro con qualche timore in più.

Sconti superiori al 30%. Metà dei negozi dice sì

PRATO Manca solo una settimana al black friday e le aziende del settore moda si preparano al venerdì di sconti speciali. Secondo un’indagine di Confcommercio, il 60% delle imprese associate presenti in centro aderiranno al black friday, mantenendo sempre alta l’attenzione a salvaguardare il rapporto di fiducia con il cliente.

Sconti Tari e iniziative: così si riparte

Più iniziative per coinvolgere i cittadini e scoraggiare l’assalto alla grande distribuzione, sconti sulla tassa dei rifiuti, promozione del turismo aumentando le strutture ricettive, revisione degli spazi pubblicitari destinati ai commercianti.

Prezzi bloccati, così aumentano gli affari

PREZZI stabili e mutui a tassi bassi: così il mercato della casa ha ripreso vigore. Il settore immobiliare è in crescita rispetto al passato per numero di compravendite concluse, mentre il versante prezzi non registra novità significative: due aspetti che hanno permesso al mercato di riprendere quota dopo gli anni della crisi e delle compravendite bloccate.

Diktat di Sangalli: guai ad alzare l’imposta

ALTRO che aumenti dell’Iva, magari accompagnati dall’illusione del rimborso di qualche punto percentuale, a chi paghi con la carta. Per crescere, serve tagliare la spesa e ridurre le tasse. Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, non ci sta e avvisa senza mezzi termini che «l’economia del nostro Paese è da tempo in una fase di crescita zero e richiede una riduzione della pressione fiscale.

«Troppe disparità, la Tari deve calare»

«BENE la diminuzione della Tari nel 2019, ma non basta. Serve una profonda revisione. La tariffa per lo smaltimento dei rifiuti è ancora troppo alta in rapporto alla qualità del servizio offerto e ci sono disparità eccessive fra un territorio e l’altro per le stesse categorie economiche».