Seleziona una pagina

Sistema-moda al Buzzi: nuovo boom di iscritti

IERI mattina è squillato il telefono al preside del Buzzi. All’altro capo della cornetta i vertici di Confindustria Toscana Nord, interessati a conoscere il numero dei ragazzi iscritti al sistema-moda

Il posto pagato bene non tira più

«DOVER dire ‘lavoro in fabbrica’ proprio non va giù ai giovani. Nemmeno se davanti hanno uno stipendio da 2500 euro al mese». Lo racconta Francesco Ricceri, titolare insieme al fratello Luigi del lanificio Luigi Ricceri, con la sua storia lunga quasi un secolo.

Stangata rifiuti, la rabbia degli industriali

PROTESTANO gli industriali per l’aumento dei costi di smaltimento in discarica dei rifiuti industriali, scattato lo scorso primo gennaio. A scagliarsi contro l’incremento della cosiddetta ecotassa, che arriva a punte del 45-50 per cento, sono soprattutto le industrie cartarie lucchesi, le imprese tessili del pratese e chi lavora il marmo.

Le pensioni azzerano la storia

IL DECRETO per quota 100 adesso c’è. E pur con ritocchi sui parametri rispetto al primo annuncio, ciò che rimane una certezza è la preoccupazione sull’emorragia di professionalità che lasceranno sguarnito il tessile, senza alcun tipo di rimpiazzo.

Rifiuti in discarica, raddoppiano i costi

CI MANCAVA anche la «ecotassa» a pesare sui bilanci delle aziende del distretto. La legge voluta dal governo per scoraggiare la produzione di rifiuti mettendo una tassa speciale sui conferimenti in discarica, porta la data del 1995. Da allora tra sospensioni e slittamenti non è mai stata applicata. Fino ad oggi.