Seleziona una pagina

Boccia: un caffè? Serve un confronto vero

MILANO «Andiamo oltre le battute. È il momento di un confronto vero e nelle sedi deputate. E se questo non avvenisse, comunque a breve a parlare saranno le norme scritte nella legge di Bilancio». Raggiunto ieri sera dopo una lunga giornata a Palermo, in Confindustria Sicilia, il presidente di Viale dell’Astronomia Vincenzo Boccia tirava così le somme della giornata.
Avanzano poi i preparativi per l’evento organizzato il 13 dicembre da Confartigianato

Aziende cinesi. Sette su dieci restano illegali

«CONTINUIAMO così. Tenendoci distanti dal crinale xenofobo e sforzandoci di cambiare radicalmente le cose». Il vicesindaco Simone Faggi ripete il concetto quasi fosse un mantra. Cinque anni dalla tragedia del Macrolotto, cinque anni da quell’inferno di fumo e lacrime esploso in un’alba gelida nello stabilimento «Teresa Moda», che costò la vita a sette operai cinesi, cinque uomini e due donne.

Nicolosi punge il console. “Ora più collaborazione”

«L’EPISODIO del Macrolotto è stato il simbolo dell’avvilimento dell’essere umano ed ha portato a una presa di coscienza generale del dramma dei lavoratori sfruttati. Oggi si rischia di morire meno rispetto ad allora, ma è necessario fare di più».

«Sveglia, va a fuoco una fabbrica». La mia alba livida in via Toscana

QUANDO il telefono del cronista squilla la domenica all’alba è un brutto segno. «Brucia una fabbrica al Macrolotto», questo l’input. Niente di particolare: quante ditte sono finite in cenere il sabato notte a Prato, e non sempre per un cortocircuito. Chi immaginava cosa stava per scatenarsi, quel primo dicembre del 2013…

Toscana, marchio di identità. La festa sa di Storia e d’Europa

FIRENZE – IL GRANDUCATO di Toscana faro di civiltà per l’Europa. Dai Medici ai Lorena, ma senza dimenticare l’attualità. È questo il fulcro intorno al quale ruoterà quest’anno la «Festa della Toscana», nata 19 anni fa per celebrare l’abolizione della pena di morte, il 30 novembre del 1786, da parte del Granduca Pietro Leopoldo.