Seleziona una pagina

Argentina in crisi nera Rischio default più vicino

CRESCE il rischio di default per l’Argentina. L’incertezza politica, legata alla sconfitta subita dal presidente Mauricio Macri alle elezioni primarie, in vista delle elezioni del 27 ottobre prossimo, è costata al rating sovrano del Paese sudamericano un doppio downgrade.

Casa, l’effetto Bce spinge i mutui. Tasso fisso ormai senza rivali

SOTTO la buona stella della Fed e della Bce, il mercato dei mutui ha ripreso a galoppare. I tassi d’interesse, già ai minimi storici, sono destinati a rimanere ancora bassi, alla luce del recente taglio del costo del denaro adottato dalla banca centrale statunitense e dell’analogo orientamento promesso da Francoforte.

Rating, manovra e rapporto Roma-Ue: ecco i nodi d’autunno

«Il rating BBB dell’Italia ha prospettive negative per via dell’elevato debito pubblico, dell’assenza di aggiustamenti fiscali strutturali, della persistente debolezza del sistema bancario, della crescita del Pil davvero bassa, del rischio politico e dell’incertezza derivante dall’attuale dinamica della politica»

Un ponte tra banche e imprese

Con la riforma del fallimento il commercialista assumerà sempre di più il ruolo di intermediario tra banche e imprese. Attraverso la sua attività di consulenza, il professionista dovrà trasferire alle aziende, nel miglior modo possibile, il quadro normativo in cui si muove il sistema bancario, in modo da garantire la compliance delle imprese ai nuovi standard organizzativi.

Bpm macina utili: balzo a 593 milioni

CON IL FORTE apporto del risultato del secondo trimestre (442,6 milioni, più del triplo dei 129,3 dello stesso periodo del 2018 e oltre i 415 delle previsioni degli analisti) il Banco Bpm ha registrato nei primi sei mesi dell’anno un balzo dell’utile netto del 68% a 593,1 milioni.