Seleziona una pagina

«Gli artigiani si aspettavano un vero taglio delle tasse»

«Le promesse della campagna elettorale devono essere mantenute. Chiediamo solo di essere ascoltati, perché siamo stufi». Eugenio Massetti, bresciano doc e presidente di Confartigianato Lombardia, va dritto al sodo. Giovedì mattina, al MiCo di Milano, saranno centinaia gli imprenditori di tutta Italia che parteciperanno alla manifestazione “Quelli del sì”.

La rabbia delle imprese “Sulla Tav è stallo totale Avanti con la protesta”

ROMA – Un trappolone. Nel giro di un’ora, a inizio pomeriggio, l’umore dei tredici rappresentanti del mondo produttivo torinese, già fosco, diventa nero. L’apertura del governo, disposto a inserire un loro rappresentante nella commissione incaricata di effettuare l’analisi sui costi e benefici, viene valutata per quello che è: un abbraccio potenzialmente soffocante.

Boccia: un caffè? Serve un confronto vero

MILANO «Andiamo oltre le battute. È il momento di un confronto vero e nelle sedi deputate. E se questo non avvenisse, comunque a breve a parlare saranno le norme scritte nella legge di Bilancio». Raggiunto ieri sera dopo una lunga giornata a Palermo, in Confindustria Sicilia, il presidente di Viale dell’Astronomia Vincenzo Boccia tirava così le somme della giornata.
Avanzano poi i preparativi per l’evento organizzato il 13 dicembre da Confartigianato

Imprese unite su Tav e manovra Boccia: la pazienza è al limite

TORINO – Tremila imprenditori in sala, alle Officine Grandi Riparazioni, fabbrica storica torinese dove si riparavano i treni. E soprattutto per la prima volta 12 associazioni, insieme: Confindustria accanto a commercianti, artigiani e cooperative, che rappresentano circa 3 milioni di aziende, il 65%della ricchezza nazionale, l’80% dell’export, oltre 13 milioni di addetti.