Seleziona una pagina

«Ingiusti quei soldi al Consorzio Santa Trinita»

Il Consorzio Santa Trinita finisce nel mirino della Lista Spada. Tutta colpa dei 20mila euro che in quattro anni il Comune ha versato al Consorzio a titolo di rimborso di consumi energetici, occupazione del suolo pubblico, allacci elettrici e spese di vigilanza per l’organizzazione dello Street Food.

Rossi boccia Giani, Nardella lo lancia

Sindaci? Crescono i « pro Giani». Il governatore? Contrario assolutamente. La partita della consultazione con i primi cittadini dove il Pd è più forte (Firenze, Prato e Empoli) e con l’esponente della sinistra dem (Enrico Rossi) finisce più o meno pari.

«Un momento doloroso ma ho scelto: lascio il Pd»

Da giorni era nell’aria. Ieri però l’addio al Pd di Stefania Saccardi, come anticipato da «La Nazione», è arrivato nero su bianco. La fuga dei renziani dal Pd verso Italia Viva sembra ormai inarrestabile. L’assessore regionale alla sanità ha affidato il suo saluto alla piattaforma whatsapp, sulla chat interna del Pd.

Pd-M5S, nemici e contenti. «Allearsi qui? No grazie»

«Il voto in Umbria deve valere come monito per le elezioni regionali in Toscana: il Pd deve pensare a costruire una coalizione di centrosinistra forte, col giusto candidato presidente e un programma all’altezza delle aspettative degli elettori. Poi, solo in un secondo momento si valuterà se ci sono le possibilità di un accordo con il Movimento 5 Stelle.

«Toscana al centrosinistra. Sì alle primarie»

Fedele al Pd e all’amore per la famiglia, appassionato di sport e del Milan, gli piace ripetere: «Ho imparato che al passato bisogna dire grazie, ma al futuro dobbiamo dire sì». Luca Lotti da Montelupo Fiorentino, detto «Lampadina», non molla l’ottimismo anche dopo il divorzio dal suo amico di sempre Matteo Renzi.

Biffoni: «La mia strada è nel Pd»

SABATO scorso, una saletta riservata dello stadio Artemio Franchi. Fa molto caldo, manca poco più di un’ora all’inizio di Fiorentina Juventus. Seduti l’uno accanto all’altro, lontani dagli sguardi dei curiosi, ci sono due Matteo: Renzi e Biffoni.