Seleziona una pagina

Dalle ceneri di Coin nasce lo studio che serve le imprese

PRATO. C’è chi abbassa la serranda e fa le valigie dal centro storico e c’è chi invece porta servizi dentro le mura. Servizi per le imprese, oltre un centinaio quelle seguite dallo studio Giorgi. Daniele e Jacopo sono padre e figlio. Tutti e due commercialisti, tutti e due innamorati del centro storico.

Il certificato anagrafico ora si fa in edicola

PRATO Ci siamo. A tre mesi e mezzo di distanza la battaglia per salvare le edicole è arrivata alla conclusione: in Comune ieri mattina il sindaco Biffoni, l’assessore allo sviluppo economico Benedetta Squittieri e le associazioni di categoria hanno firmato il protocollo d’intesa per estendere ai rivenditori di giornali la possibilità di erogare nuovi servizi.

In Toscana e Umbria l’acqua più cara d’Italia

Costa cara l’acqua nel centro Italia, con una media più alta di quella che si registra a livello nazionale. E’ quanto emerge dai dati dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva. Nel 2018 in Toscana una famiglia fino a tre componenti e con un consumo di 192 metri cubi l’anno, ha speso mediamente 676 euro.

«Ma la tariffa resterà invariata fino al 2024»

Nel centro Italia, e in particolare in Toscana, perché l’acqua costa di più e perché le bollette sono diverse da provincia a provincia? «Intanto, è da chiarire una cosa. La spesa media nella regione, secondo i dati dell’Ait, è di 327 euro l’anno», spiega Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana

Caos patenti: c’è il consiglio

Uffici della Motorizzazione civile al collasso e ogni mese la situazione peggiora: a Prato è quasi impossibile sostenere gli esami per la patente di guida. Claudio Belgiorno, consigliere di Fratelli d’Italia, ha raccolto le firme necessarie fra i gruppi dell’opposizione per chiedere un consiglio comunale straordinario con audizione del direttore della Motorizzazione di Firenze.

Centro storico, più servizi con una nuova banca

«Fra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo anno arriverà un nuovo sportello bancomat in centro. E’ il primo passo per provare ad aumentare i servizi nel cuoredella città e anche le frequentazioni diurne». Dopo mesi di colloqui e di incontri (l’ultimo ieri) l’assessore al patrimonio e al turismo, Lorenzo Marchi, sembra ormai sicuro dell’arrivo di un nuovo istituto di credito, il cui nome per ora resta top secret, all’interno della vecchia cinta muraria