Seleziona una pagina

I silenzi di troppo sul nuovo schiavismo: qui in Italia

Ogni tanto ce ne accorgiamo tutti, e facciamo fatica a voltare la testa dall’altra parte, come impone la routine dell’indignazione selettiva. Grazie a una brillante operazione di polizia, si apprende che una cupola di sfruttatori del lavoro altrui (compresi un sindacalista e un ispettore del lavoro!) reclutava circa quattrocento migranti stipati in miserabili centri di accoglienza.

Tariffe degli asili nido azzerate o tagliate. Arrivano 90.000 euro

MONTEMURLO. Il Comune di Montemurlo dà un taglio alle tariffe per la frequenza dei nidi comunali o dei privati convenzionati, grazie alla ripartizione di oltre 90mila euro di fondi ministeriali. In tutto saranno un’ottantina le famiglie montemurlesi che per l’anno educativo 2018 – 2019 si vedranno azzerate o abbattute in maniera consistente le tariffe per la frequenza dei servizi comunali o privati convenzionati per la prima infanzia 0-3 anni.

Siamo un popolo di corrotti immaginari

CI SENTIAMO più corrotti di quello che siamo realmente. Capita a noi italiani, lo mette nero su bianco una ricerca dell’Eurispes che parla apertamente di ‘sindrome Botswana’ per indicare la tendenza diffusa nel Belpaese ad accostarci a Stati difficilmente assimilabili al nostro per benessere e ricchezza.

Insulta l’avversario: il suo campionato è già terminato

DODICI giornate di squalifica «per avere rivolto ad un avversario una frase di discriminazione razziale e avere pronunciato un’espressione irriguardosa all’arbitro al momento della notifica dell’espulsione». In tempi in cui il dibattito su calcio e razzismo sta raggiungendo il suo apice, è questa la stangata comminata dal giudice sportivo a un calciatore dei Giovanissimi regionali di una squadra della provincia pratese.

Reddito di cittadinanza, lite prima dell’intesa

UN SUMMIT tra i sottosegretari al Lavoro, Claudio Durigon, e all’Economia, Laura Castelli, avrebbe superato l’alt della Lega al reddito e alla pensione di cittadinanza con limitazioni per disabili e famiglie numerose