Seleziona una pagina

La tv è da cambiare? Scopritelo con un test Come funziona il bonus per le famiglie

MILANO La graduale liberazione di frequenze per i cellulari potrebbe comportare qualche disagio nella ricezione dei segnali televisivi, a seconda della zona in cui si abita, facilmente risolvibile risintonizzando il televisore, riorientando le antenne e/o ritarando amplificatori e filtri condominiali. Per ricevere però il nuovo segnale e non correre il rischio di non vedere più, da luglio 2022 per tutta Italia, il proprio programma preferito, servirà un televisore che supporta il nuovo standard o acquistare – com’era successo con il passaggio dall’analogico al digitale – un decoder.

Instagram. E l’artigiano si promuove

Nel 2019 hanno chiuso bottega oltre 6.500 imprese artigiane. In dieci anni il numero sale a 165 mila. Una moria di lavoro manuale, di prodotti curati nei dettagli e di saperi. In alcune regioni d’Italia, come in Toscana e in particolare nel distretto fiorentino, è considerata una vera cultura, che rischia di scomparire.

A caccia di idee per produzioni ad alta tecnologia

Quali sono le aziende che cercano giovani talenti? Qui un breve elenco, con un elemento che le accomuna: applicare la tecnologia alla normale produzione. La Smartex di Prato lavora sui tessuti conduttivi che monitorano i segnali fisiologici del corpo e trovano applicazione nello sport e nella assistenza sanitaria.

«Plastica intelligente, rigida o morbida in base alle esigenze»

Tre livornesi a Pisa che lavorano a un robot capace di replicare le caratteristiche della proboscide di un elefante. Sembra l’inizio di una barzelletta, ma è il sunto di un progetto di ricerca internazionale da 3,5 milioni di euro che coinvolge l’Università di Ginevra (Svizzera), l’Università di Gerusalemme (Israele), la Photocentric Ltd. di Peterborough (Regno Unito), la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e, capofila, l’Iit-Istituto italiano di tecnologia a Pontedera.

Piccole e medie imprese, motori di sviluppo. Tra intelligenza artificiale e fattore umano

L’innovazione tecnologica? Quasi una missione etica, ormai ogni business è digitale». Marco Massenzi, ad di Teleconsys con 25 anni di esperienza, non ha dubbi: «La tecnologia è un vantaggio competitivo». Le piccole e medie imprese high-tech nel Lazio sono poco più di duemila, specializzate in servizi per grosse imprese e pubblica amministrazione. La Teleconsys di Marco Massenzi è una di queste. Inizia come srl nel 2002, ora è una società per azioni da 60 dipendenti che porta avanti un progetto high-tech come 3Read, con le università Sapienza e Linkcampus.

Al Terminale l’incontro di chi teme le onde della nuova rete 5G

Prato. Un centinaio di persone hanno seguito con attenzione, sabato pomeriggo, nella saletta Anna Magnani del cinema Terminale, gli interventi di Fiorenzo Marinelli e Francesca Romana Orlando sui rischi per la salute connessi alla rete 5G. Marinelli, per anni ricercatore del Cnr e ora collaboratore del centro di ricerche Interuniversitario per lo sviluppo sostenibile della Sapienza, e la giornalista Orlando, vicepresidente dell’Associazione A. M. I. C. A. e specializzata nella divulgazione scientifica, hanno presentato il libro “Wireless, tutta la verità su cellulari, ripetitori, wi-fi e 5G”