Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 06/11/19
Pubblicato in: Servizi
Scritto da: Leonardo Montaleni
Pubblicato su: LA NAZIONE CRONACA PRATO

«Fra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo anno arriverà un nuovo sportello bancomat in centro. E’ il primo passo per provare ad aumentare i servizi nel cuoredella città e anche le frequentazioni diurne». Dopo mesi di colloqui e di incontri (l’ultimo ieri) l’assessore al patrimonio e al turismo, Lorenzo Marchi, sembra ormai sicuro dell’arrivo di un nuovo istituto di credito, il cui nome per ora resta top secret, all’interno della vecchia cinta muraria. I contatti si sono intensificati negli ultimi tempi e i rappresentanti della banca hanno visitato quattro diversi immobili ritenuti strategici ed interessanti. Verosimile che la scelta possa ricadere o su piazza San Francesco, dove sorgerà anche il nuovo supermercato Conad, o su via Cesare Guasti. Oltre al bancomat la banca dovrebbe anche installare un piccolissimo ufficio, per altro tipo di operazioni. Ma le idee per provare a rilanciare il centro anche di giorno non si esauriscono con l’attivazione di nuovi servizi: «Visto che sia Monash che New Heaven hanno palesato la volontà di radicarsi maggiormente in città e visto che anche il Pin potrebbe aumentare il flusso di studenti in arrivo ci piacerebbe realizzare uno studentato in centro. Stiamo dialogando con i privati interessati – dice – . Gli eventi in centro storico in realtà esistono, ma andrebbero pubblicizzati meglio, assieme all’immagine di Prato. Sono d’accordo con l’idea di provare a riportare il maggior numero possibile di uffici in questa zona per accrescere il numero di presenze di giorno. Stiamo pensando a recupeare una iniziativa che fu fatta anni fa e che ebbe un grande successo: si chiamerà Percorsi Golosi e sarà una tre giorni dedicata al cibo, con specialità diverse in ognuna delle piazze del centro e con una sorta di itinerario gastronomico che attirerà famiglie e curiosi. Ci piacerebbe farlo diventare un appuntamento mensile durante la primavera e l’estate».

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email