Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 13/01/20
Pubblicato in: Confesercenti, commercio
Scritto da:
Pubblicato su: IL TIRRENO CRONACA PRATO

PRATO. Per i negozianti sono l’occasione per alleggerire il magazzino, per i clienti invece sono il momento migliore per trovare offerte significative e una buona disponibilità di capi. Sono scattati i saldi invernali da qualche giorno e mai come quest’anno, al tramonto di una stagione complicata, il commercio in generale va alla ricerca di una boccata d’ossigeno. Non lo nasconde Confesercenti Prato: «Riponiamo molte attese, dopo un Natale comunque al di sotto delle previsioni», ammette il presidente del settore abbigliamento Massimo Bettazzi. «I saldi 2020 rappresentano il primo grande appuntamento del commercio del nuovo anno – continua Bettazzi – e portano in dote diverse note positive. Innanzitutto ci auguriamo che la nostra città otterrà degli ottimi risultati in quanto a indotto economico. In secondo luogo stanno ricevendo risposte eccellenti i nostri appelli a spendere nei negozi sotto casa. Siamo fortemente impegnati a riportare i consumatori alle loro origini, a spendere nelle strade relative alle loro abitazioni, a dialogare con i commercianti, esaltando la fidelizzazione. Un grande risultato perché le spese sul web o nei centri commerciali industriali portano all’estero o altrove le risorse, che restano invece sul territorio quando si spende nei negozi sotto casa». I saldi secondo Mauro Lassi, presidente provinciale di Confesercenti, «sono ancora un evento commerciale che riveste grande importanza per le nostre attività, nonostante le occasioni di vendita promozionale si siano ormai moltiplicate durante l’anno, basti pensare al Black Friday, e la concorrenza del commercio elettronico si faccia sempre più agguerrita». Da parte loro Bettazzi e Lassi concludono: «Il consiglio è di rivolgersial commerciante di fiducia, potrete sicuramente trovare le migliori occasioni per il vostro budget di spesa, confrontando, in assoluta trasparenza, i prezzi a saldo con quelli in stagione».

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email