Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 09/10/19
Pubblicato in: Energia, Vita in Città
Scritto da:
Pubblicato su: LA NAZIONE CRONACA PRATO

PIÙ LUCE nelle strade e meno costi. È il risultato del piano di efficientamento energetico del Comune che ha visto in tre anni la sostituzione dei corpi illuminanti della città con lampadine a basso consumo. Si tratta di circa 5300 elementi di vecchia generazione che hanno lasciato il posto ai led. In totale sono 24.472 i lampioni ad oggi presenti in città, 478 in più rispetto ai 23.994 del 2014, anno in cui l’amministrazione comunale ha deciso di affidare la gestione dell’illuminazione pubblica all’azienda Citelum: l’aumento dei punti luce sul territorio è andato di pari passo con il calo dei consumi. Grazie ad un piano di efficientamento energetico che ha permesso di ottenere un incremento del 23%, è stato possibile ridurre i consumi di circa il 20% scendendo così da un consumo di circa 14 milioni di kilowatt/h a circa 11 milioni. Meno energia, meno inquinamento e costi abbattuti. Sulle piste ciclabili e nei giardini sono stati poi sostituiti altri 1.112 corpi illuminanti con nuovi punti luce a led. Citelum ha preso in gestione – per 15 anni – l’illuminazione pubblica sui 550 chilometri che compongono la rete stradale, sui 73 chilometri di piste ciclabili e in 56 giardini pubblici. Il ‘progetto led’ prevede la sostituzione di 5.291 vecchi corpi illuminanti con quelli a led di nuova generazione sulle direttrici principali: viale Leonardo da Vinci, viale Fratelli Cervi, viale Allende, via 16 Aprile, via Roma, via Firenze e viale Montegrappa. Il costo totale dell’investimento ammonterebbe a circa 1,7 milioni di euro per un risparmio energetico ipotizzato di circa un milione e 377.149 Kw/h.

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email