Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 12/07/19
Pubblicato in: Politica
Scritto da:
Pubblicato su: IL TIRRENO CRONACA PRATO

Il deputato Antonello Giacomelli del Pd ha presentato una interpellanza urgente al governo per sostenere le ragioni del distretto tessile nella consultazione che si sta svolgendo a Bruxelles in merito alle misure a favore delle imprese energivore e soprattutto in merito alle tabelle nelle quali sono elencate le lavorazioni ammesse al beneficio. La consultazione è finalizzata a prorogare con le eventuali variazioni il sistema di aiuti per i prossimi due anni.«Prato in questa consultazione deve tentare di inserire nelle tabelle in particolare la nobilitazione – spiega Giacomelli – circa 500 aziende del distretto, un settore rimasto escluso nel 2017 dagli accordi fra le associazioni industriali e manifatturiere. All’immediata iniziativa di comune regione e Confindustria chiedo nella interpellanza si aggiunga il sostegno del governo nazionale».Considerata l’urgenza, visto che la consultazione europea termina il 19 luglio, l’interpellanza è stata messa in calendario alla Camera per oggi. Nell’interpellanza si chiede di sapere «quali iniziative intenda assumere tempestivamente il Governo in sede Comunitaria a partire dalla competente Direzione Generale per sostenere le argomentazioni avanzate dalle realtà istituzionali ed economiche del distretto di Prato al fine di prevedere l’inserimento del richiamato codice 13.30 nell’allegato 3 relativo alla comunicazione in tema di energivori con l’obiettivo di salvaguardare la capacità competitiva di un polo di eccellenza dell’industria italiana ed europea». Le linee guida, già recepite dall’Italia nel corso dell’anno 2017, intervengono sui criteri per l’accesso ai previsti benefici di settore con la previsione di avere un consumo annuo almeno di 1 gigawatt e rivolte alle imprese manifatturiere che operano in uno dei settori dell’allegato 3 delle Linee guida CE oppure opera in uno dei settori dell’allegato 5 delle Linee guida CE con indice di intensità elettrica positivo superiore al 20%.

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email