Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 27/09/19
Pubblicato in: Aziende, Servizi
Scritto da:
Pubblicato su: LA NAZIONE CRONACA PRATO

L’IDEA è partita da Prato otto anni fa e adesso è diventata un modello per l’Europa. Credere nei giovani e dare loro l’opportunità di mettere in pratica le migliori idee imprenditoriali: è questa la filosofia di Eyee, il programma di educazione all’etica e all’imprenditorialità per i giovani promosso e coordinato da Artes Associazione Toscana Ricerca e Studio. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con imprenditori e professionisti sulle competenze fondamentali necessarie per avviare un’impresa, con particolare attenzione alle responsabilità sociali, alla centralità della persona nel lavoro, alla sostenibilità ambientale e alle opportunità offerte. Gli studenti con maggior talento imprenditoriale hanno poi partecipato a un training internazionale a Vienna: a vincere la palma di migliore idea di impresa Eyee d’Europa è stato il team inglese di Ethical Elements composto da quattro ragazze londinesi dell’Aylesbury High School. Sul podio anche un gruppo italiano: l’Equipe d’Argent del team pratese del Gramsci-Keynes. Terzo gradino per il team polacco di Poznan Brain Gain Manager. Ieri mattina nell’auditorium (inaugurato per l’occasione) del Dagomari sono arrivati studenti da Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito e Romania. «Anno dopo anno – commenta il sindaco Biffoni – il Progetto Eyee è cresciuto offrendo un’occasione irripetibile ai ragazzi che vi partecipano. Un’esperienza internazionale, che mette al centro della formazione l’equilibrio tra imprenditorialità e responsabilità sociale che si traduce in rispetto e attenzione per i lavoratori, per l’ambiente, per i valori etici di chi fa impresa. Da qui nel tempo sono nati progetti che hanno raggiunto risultati importanti, in linea con le politiche dell’innovazione e dell’economia circolare che a Prato sosteniamo convintamente». Ora è già il momento di pensare alla prossima edizione: è già partita la selezione degli studenti con il miglior progetto imprenditoriale da promuovere. «Grazie a Erasmus+, abbiamo avuto l’opportunità di costruire in una rete europea uno standard di riferimento per la formazione imprenditoriale di giovani e giovanissimi – interviene il presidente di Artes Massimo Maria Marianeschi -. Dietro al successo di Eyee c’è un grande lavoro dei formatori, dei professionisti, degli insegnanti, delle n istituzioni locali che hanno creduto nell’idea di Artes, ma c’è soprattutto una grande fede nelle capacità dei giovani di mettersi in gioco».

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email