Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 10/02/19
Pubblicato in: Urbanistica
Scritto da: Leonardo Montaleni
Pubblicato su: LA NAZIONE CRONACA PRATO

«ENTRO la fine di marzo il primo tratto del cantiere di viale Montegrappa sarà concluso. Poi tutti potranno vedere concretamente quale è la nostra idea di restyling della zona». A sentire l’assessore ai lavori pubblici Filippo Alessi tutto procede per il meglio nel cantiere che interessa il primo tratto del viale. La ditta che ha vinto l’appalto sta procedendo secondo i tempi e si sta preparando per fare i getti dei nuovi marciapiedi, nel tratto che parte da viale Vittorio Veneto e arriva, più o meno, all’altezza del Runner Pizza. Fra una decina di giorni inizieranno anche le pavimentazioni. La novità più rilevante, però, riguarda la scelta dell’illuminazione. Si è deciso di procedere con tre diversi punti luce, che andranno a sostituire ciascuno dei lampioni attuali: i pali avranno un doppio braccio proteso da una parte sulla pista ciclabile e dall’altra sulla strada, mentre ci sarà poi un lampione più basso per illuminare al meglio anche il marciapiedone. «Sono in contatto con le associazioni di categoria e i singoli commercianti della zona. Per il momento non sono stati segnalati problemi nel quartiere», insiste Alessi. «La prossima settimana andremo a scegliere le piante per metterle in vaso e piantumarle, in maniera tale da sostituire subito gli alberi tagliati. Saranno proprio i pali dell’illuminazione gli ultimi ad arrivare, ma in ogni caso realizzeremo le predisposizioni». Il restyling procederà, a frazioni di circa 50 metri, almeno fino a dopo l’estate. L’obiettivo è quello di arrivare alla conclusione del rifacimento totale di viale Montegrappa prima delle prossime feste di Natale. «Considerando che il primo tratto è quello più difficile e che una volta capito come procedere gli altri verranno realizzati più velocemente, credo che ogni lotto da 50 metri possa essere chiuso all’incirca in un mese», conclude l’assessore ai lavori pubblici. «Abbiamo scelto di non interrompere la circolazione stradale per non paralizzare tutta la città, ma questo ovviamente ha dilatato un po’ i tempi di realizzazione. Tutto il nuovo viale sarà pronto, eventualmente, ad accogliere anche telecamere di videosorveglianza. Su questo dovrà decidere il tavolo di sicurezza della Prefettura».

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email