Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 13/08/19
Pubblicato in: Confcommercio
Scritto da:
Pubblicato su: LA NAZIONE CRONACA PRATO

UN’ORA DI parcheggio gratis, flessibilità maggiore sugli accessi in centro storico e riportare gli uffici nel cuore della città. Sono le tre proposte della presidente di Federmoda Confcommercio Alessandra Coppini, idee discusse in associazione che potrebbero arrivare al tavolo di confronto con l’amministrazione subito dopo le ferie. Che ci sia da accelerare sulla rivitalizzazione del centro nelle ore pomeridiane è un problema sotto gli occhi di tutti, ma riuscire ad ottenere risultati è tutta un’altra partita, soprattutto dopo il boom dell’e-commerce che sta mettendo in difficoltà anche i centri commerciali.
«DOBBIAMO lavorare rapidamente per fare qualcosa – sottolinea Coppini – a partire dai parcheggi. Non è possibile che ai Gigli non si paghi niente e qui invece bisogna spendere perfino per andare all’ospedale… Possiamo discutere per esempio della prima ora gratis, un incentivo che potrebbe funzionare durante tutto l’anno. Inoltre bisogna rivedere i varchi elettronici». La presidente di Federmoda non pensa ad una eliminazione totale, con un’unica eccezione, ma piuttosto ad una rimodulazione degli orari. «C’è troppa ridigità in questo momento, bisogna favorire di più l’accesso al centro storico – continua Coppini – Non dico di togliere i varchi, ma di ridurre le fasce orarie di chiusura. Invece in via Tintori eliminerei del tutto il varco, perché mi sembra che sia completamente inutile e la strada è quasi morta».
LA RIFLESSIONE sul centro storico è sempre più urgente, come dimostrano anche i numeri del nostro viaggio nel cuore della città. Un viaggio nel quale abbiamo contato oltre 100 vetrine vuote soltanto all’interno delle mura antiche. Il problema è che il centro è vivo la sera, dall’ora dell’aperitivo in poi, ma nelle ore diurne stenta parecchio, fra mancanza di uffici, parcheggi a pagamento e la crisi generale del commercio tradizionale. Per questo amministrazione e categorie economiche si ritroveranno al ritorno dalle ferie per valutare azioni comuni.

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email