Seleziona una pagina
Data Pubblicazione: 05/12/18
Pubblicato in: Ambiente
Scritto da:
Pubblicato su: ITALIAOGGI

Stop al sistema di tracciamento dei rifiuti (Sistri) a partire dal 1° gennaio prossimo. Lo prevede il decreto semplificazioni. Nei giorni scorsi il vicepremier e ministro del lavoro e dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, aveva annunciato il varo «nei primi giorni di dicembre» del decreto semplificazioni precisando: «Interverremo anche sul Sistri che in queste condizioni non serve a nulla per le imprese». Nello specifico la norma prevede appunto che dal 1° gennaio 2019 è soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti di cui all’articolo 188-ter del digs 3 aprile 2006, n. 152 e, conseguentemente, non sono dovuti i contributi di cui all’articolo 14-bis del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78 e all’articolo 7 del decreto del ministro dell’ambiente 30 marzo 2016, n. 78. Dal 1° gennaio 2019, e fino alla definizione ed alla piena operatività di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, la tracciabilità dei rifiuti sarà garantita effettuando gli adempimenti di cui agli articoli 188,189,190 e 193 del dlgs 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal digs 3 dicembre 2010, n. 205. Si applicano anche, si legge nel testo, le disposizioni di cui all’art. 258 del digs 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal digs 3 dicembre 2010, n. 205.

Print Friendly, PDF & Email


TORNA ALLA RASSEGNA STAMPA

Print Friendly, PDF & Email