Seleziona una pagina

Miele e pasticceria un successo in Vallata

Gli artigiani, il miele in mostra, i pasticceri e i laboratori sul legno e sul tessile e tanto altro. è stato un fine settimana ricco di eventi a Vaiano e Vernio, programmato insieme dalle due amministrazioni comunali.

Uno studente su quattro è straniero. L’assessore Santi: «Sì allo ius culturae»

È Prato la città italiana con il più alto tasso percentuale di studenti stranieri nella scuola dell’obbligo. Con il 24,5% di ragazzi stranieri fra i banchi, circa un quarto di tutta la popolazione scolastica che è di oltre 30.000 ragazzi dalle elementari alle medie superiori, città e provincia sono in testa alla classifica nazionale, davanti alle province di Piacenza, Mantova, Brescia, Asti e Lodi.

È morto Nanni Galli, imprenditore e pilota. Corse in Formula 1

Si è spento ieri a 79 anni dopo una lunga malattia Nanni Galli, ex pilota e imprenditore, che ha gareggiato anche in Formula 1. Conosciuto con lo pseudonimo di “Nanni” per far fronte alle obiezioni della sua famiglia in merito alla sua passione per i motori, aveva esordito a vent’anni sui kart.

In 39 senza gli arretrati. Nuovo sciopero alla tintoria Superlativa

Dovevano essere regolarizzati, sul piano degli orari di lavoro e dei pagamenti arretrati. Nel primo caso questo è successo, nel secondo no. Ed è il motivo che fa tornare alla carica i Sì Cobas con un nuovo sciopero davanti ai cancelli della tintoria Superlativa dove lavorano 60 persone, prevalentemente operai di nazionalità pachistana.

Hanno venduto 1.800 auto sottocosto grazie a un’evasione Iva da 24 milioni

Mentre il governo fa i salti mortali per evitare l’aumento dell’Iva, c’è chi il problema l’ha risolto alla radice: non pagandola. La mente della truffa è in Lombardia, i beneficiari sono al sud, prevalentemente tra Napoli e Caserta, le società usate per l’imbroglio hanno sede a Prato (due), in Slovacchia e in Bulgaria.Il giochino, che tecnicamente si chiama “truffa carosello” lo hanno scoperto i finanzieri del Nucleo di polizia economica e finanziaria di piazza Mercatale, che hanno denunciato sei persone (cinque prestanome e il vero artefice della truffa, residente in Lombardia).