Seleziona una pagina

MANOVRA Salvini rilancia. Disgelo con le imprese

ROMA – MATTEO SALVINI gioca d’anticipo e batte Luigi Di Maio e Giuseppe Conte nell’apertura del dialogo con le imprese e i loro vertici associativi. La mossa era annunciata, ma segna comunque un punto per il leader leghista

Europa e Senato, prova del fuoco. Primo scoglio: le pensioni d’oro

ROMA – È LA SETTIMANA decisiva per la manovra del governo. Ma l’intesa fra i due azionisti di maggioranza dell’esecutivo, Lega e Cinquestelle, ancora non c’è. Si litiga ancora. Sulle pensioni d’oro, dove il Carroccio vorrebbe far partire i tagli da quota 5mila euro netti al mese e i grillini 500 euro più giù. Ma anche su Reddito di cittadinanza e Quota 100

Pensionamenti e quota cento. «In migliaia pronti a lasciare»

POTREBBERO essere migliaia i dipendenti delle aziende in provincia di Prato ad accedere al pensionamento fin dalle prime finestre disponibili con la «quota cento». Se, da una parte, i futuri pensionati iniziano già a tirare il fiato e prepararsi al meritato riposo, dal lato del datore di lavoro le decisioni del governo sono attese con qualche preoccupazione per il «vuoto» che potrebbero improvvisamente causare in azienda.