Seleziona una pagina

Perché le banche concedono meno credito

Il Decreto Legislativo n. 14 del 12 gennaio 2019 sulle crisi di impresa e sull’insolvenza non ha attirato l’attenzione che merita. Il fatto che il decreto preveda l’obbligo per l’imprenditore di dotarsi di un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa e di attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale è sicuramente positivo anche se si tratta di problemi per i quali un vero imprenditore dovrebbe attivarsi comunque e ancora di più quando rischia la crisi.

Altagamma in Italia gli artigiani a rischio

Nel 2023 in Italia mancheranno 236 mila professionisti qualificati negli organici delle imprese rappresentate da Altagamma, nonostante oggi la disoccupazione giovanile si attesti al 30%, circa 7 punti percentuali in più rispetto alla media dell’Unione Europea (23%). l` questo il dato emerso da una recente Consulta strategica della Fondazione. «Bisogna far riemergere le vocazioni, ci si dimentica della meraviglia di questi mestieri che fanno l’Italia grande nel mondo, ha spiegato Andrea Illy, presidente di Altagamma, che all’inizio del 2020 sarà sostituito da Matteo Lunelli. «Sono mestieri caduti in desuetudine e invece sono i pochi che continueranno a offrire posti di lavoro in futuro: quando tutte le fabbriche saranno automatizzate, gli artigiani ci saranno ancora». Alla base del deficit anche la scelta del percorso di studi dei giovani. Oggi solo il 30,7% degli studenti delle medie sceglie gli istituti tecnici, che contano su 10 mila iscritti l’anno contro gli 880 mila della Germania e i 240 mila della Francia. Cosi, solo nella moda, tra cinque anni potrebbero mancare oltre 46 mila professionisti. «Bisogna semplificare il sistema. L’unico modo è che le aziende facciano da sole». Soluzione illustrata dal libro I talenti del fare che, tracciando un quadro dello scenario occupazionale nei settori di provenienza delle imprese di Altagamma, introduce le Corporate academy, laboratori di formazione interni alle aziende..E positivo», conclude Illy, »ma sarebbe meglio che i giovani arrivassero nelle aziende già formati.

Confartigianato, la moda italiana è sottopagata

Il lato oscuro del reshoring è l’economia sommersa, alimentata da brand che vogliono fregiarsi del made in Italy pagandolo come se fosse made in China e spingono i fornitori a ricorrere al cottimo. È un quadro allarmante quello emerso da Treviso, città che ha ospitato il convegno nazionale di Confartigianato sul tema del giusto compenso nella filiera della moda

Bankitalia: in calo i prestiti delle banche alle imprese

I prestiti delle banche alle imprese hanno rallentato ad agosto. Lo ha reso noto la Banca d’Italia nel bollettino Banche e moneta: serie nazionali. In agosto i prestiti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti dello 0,6% sui dodici mesi (0,7% in luglio).

Cinque miliardi di tasse in meno

Va anche più in là degli impegni presi in luglio la promessa di un taglio delle tasse del lavoro che il governo intende mettere in manovra. La cifra reperita in vista della presentazione della nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza (Nadef) è di 5 miliardi di euro.